Visual testing

Normativa di riferimento:
UNI EN ISO 17367:2011 “controllo non distruttivo delle saldature- Esame visivo dei giunti saldati per fusione” ex. UNI EN 970 o dal codice ASME V art.9.
Il metodo Visivo può essere utilizzato con modalità diretta alla superficie. Viene applicato dopo aver valutato i requisiti minimi ambientali (illuminamento >500 LUX). Si applica utilizzando strumentazioni certificate come: calibri digitali, calibro per saldature cambridge, calibro per saldature hi-lo, calibri per la misurazione dell’altezza di gola, oculari graduanti, lenti di ingrandimento reperibili in commercio in kit a costi limitati.
Possono essere utilizzati dei sistemi di visione remota come l’endoscopia a fibra ottica se le superfici non fossero direttamente accessibili. Ad esempio è applicabile all’interno di tubi saldati, cisterne… Ciò permette di ottenere immagini ad alta risoluzione e con la possibilità di effettuare foto e filmati per documentare le anomalie riscontrate.

Applicazione

Tra le difettologie più critiche rilevabili con questa tecnica possiamo citare la mancanza di fusione, mancanza di penetrazione, cricche al centro del cordone e/o di cratere, soffiature affioranti, extradosso eccessivo, insellamenti, incisioni marginali, irregolarità di maglia, spruzzi, misurabili e valutabili con l’utilizzo della normativa UNI EN ISO 5817.
Per definizione, non esistono tecniche non distruttive in grado di determinare la qualità di un giunto al 100% ma l’applicazione di almeno due metodologie differenti (tecnica superficiale + tecnica volumetrica) permette di ottenere un risultato molto soddisfacente.
TEC ENGINEERING svolge attività di service con impiego di personale altamente qualificato di II e III livello (ISO9712).

Seguici! Se vuoi metti un like qui!